DM 7 AGOSTO 2023: RIPRISTINO DEI CRITERI DI ESENZIONE DA NOMINA CONSULENTE ADR

Torniamo agli ultimi concitati giorni del 2022, quando la scadenza della deroga al Regolamento ADR 2019 ha imposto l’obbligo di nomina del consulente ADR anche agli “SPEDITORI DI MERCI PERICOLOSE”, cioè i soggetti che in un proprio sito aziendale consegnano a trasportatori terzi merci classificate come pericolose dalla normativa ADR, senza particolari esenzioni. Tra le casistiche aziendali più diffuse, ricordiamo, è stata da subito individuata la gestione di quei rifiuti che, ai sensi della normativa ADR, vanno classificati come merci pericolose per il trasporto su strada.
Dopo il susseguirsi di interpretazioni e prese di posizione, a che punto siamo oggi? Con il Decreto 7 agosto 2023 “Regolamentazione dei casi di esenzione dall’obbligo di nomina del consulente ADR in conformità a quanto previsto dal paragrafo 1.8.3.2 dell’ADR”, pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 20 settembre 2023, n. 220, il Ministero dei Trasporti è intervenuto sia per definire puntualmente le casistiche e le condizioni di esenzione sia per precisare adempimenti importanti, come la formazione da erogare al personale interessato e la predisposizione di un registro delle operazioni eseguite.
Si precisa che l’esenzione dalla nomina del Consulente ADR non deve assolutamente essere intesa come un’esenzione totale dal regolamento ADR.
In estrema sintesi, il legale rappresentante deve:

  1. Verificare che siano conosciute e rispettate le prescrizioni relative al regime di esenzione utilizzato e quelle ancora applicabili;
  2. Assicurare la formazione del personale coinvolto (conservando evidenza dell’avvenuta formazione per almeno cinque anni);
  3. Monitorare le spedizioni, predisponendo un apposito registro da conservare per almeno cinque anni;
  4. Assicurare l’inoltro della relazione di incidente, secondo le indicazioni della sezione 1.8.5

Data la complessità e peculiarità della materia ADR, il nostro Studio rimane a disposizione per le verifiche e gli approfondimenti del caso, nonché per la gestione degli adempimenti applicabili.